Capelli, tendenza primavera 2014 arriva lo Splashlight

splashlight-moda-decolorazione-capelli-primavera-2014

Tendenza 2014 Splashlight

 

La scorsa volta, in “In primavera diamogli un taglio” abbiamo affrontato  il discorso tagli per la primavera 2014, adesso mi sembra giusto dare una sbirciatina anche ai colori ed alle nuove tendenze spring/summer.

Nel corso degli ultimi anni abbiamo sentito parlare, tra gli altri trattamenti, di Ombrè hair, Dip Dye Hair, Shatush
adesso è la volta dello Splashlights.

Andiamo a vedere di cosa si tratta:

 

 

 

 

Shatush

Lo shatush è un trattamento che serve  a decolorare i capelli, rendendoli piacevolmente e delicatamente sfumati.
In Italia il primo ad aver introdotto questa tecnica è stato Aldo Coppola, diverso tempo fa ed ha avuto una rapidissima diffusione tra giovani e meno giovani grazie all’azione promozionale delle nostre celebrities che dopo essere apparse in TV e sulle riviste con fluenti chiome sfumate hanno dato il via ad una vera e propria tendenza.shatush-moda-capelli
Lo shatush ha quindi fatto finire nelle ultime posizioni di gradimento quelli che di fatto, fino ad allora, erano stati i capisaldi della decolorazione, mi riferisco alle tanto utilizzate quanto conosciute meches e ai colpi di sole, portando una vera e propria ventata di innovazione e leggerezza. Quindi, tolte le ciocche verticali ben definite e decolorate uniformemente, abbiamo lasciato spazio ad una chioma sfumata effetto “ritorno dalle vacanze al mare”.
In effetti questo tipo di trattamento crea un effetto naturale, come quando d’estate i nostri capelli si schiariscono grazie alla continua esposizione al sole ed ai ripetuti bagni nell’acqua del mare… è un trattamento meno impegnativo dei precedenti, in quanto non richiede una “manutenzione periodica”, vedi ad esempio i ritocchi mensili sulla ricrescita, necessari quando si hanno i capelli colorati per avere una testa in ordine ed oserei dire fondamentali quando servono a coprire i tanto odiati capelli bianchi!
La tecnica per ottenere lo shatush è abbastanza semplice:
sui capelli ancora asciutti e ben cotonati viene passato un decolorante a volumi ridotti che, con una sola applicazione e in meno di un’ora di posa, dopo risciacquo ed asciugatura, conferisce un risultato  omogeneo, naturale e luminoso… capelli più chiari e naturalmente sfumati dalla radice alle punte.
Il consiglio è di affidarsi ad esperti del settore per fare questo trattamento onde evitare spiacevoli inconvenienti.

 

Ombrè Hair o Uplighting ombre-hair-o-uplighting-moda-capelli

Anche in questo caso si tratta di schiariture ma a differenza dello shatush, dove il risultato prende l’intera lunghezza, l’uplighting o ombrè hair è una decolorazione che avviene da metà lunghezza in giù, verso le punte per intenderci.
La tecnica utilizzata è simile allo shatush ma con differenze sostanziali, si tratta infatti di applicare un solo schiarente sui capelli cotonati ed asciutti ma senza arrivare alle radici.
Il risultato, visivamente parlando, creerà uno stacco più netto e più marcato… un po’ come una maxi ricrescita di un castano naturale su una ex colorazione bionda, nel caso delle more naturali, inversamente accadrà per le bionde naturali che sembreranno non aver rinnovato la colorazione castana.
Trattamento più semplice rispetto allo shatush, per tanto si può provare anche a farlo in casa.

 

Dip Dye Hair

Il Dip Dye Hair segue il filone dell’odip-dye-hair-mono-colorembrè hair ma questa volta non si tratta di schiarire i capelli rimanendo su toni naturali, bensì si tratta di decolorarli, lasciando sempre fuori le radici e tingerli poi con colori rigorosamente pastello, dal rosa, al verde acqua, al lilla al celeste, all’arancio, scegliendo o uno solo dei colori appena elencati o tutte le varianti, creando l’effetto arcobaleno.

                                                                                                                                                             color-bugs     dip-dye-hair-rainbow

Anche in questo caso sarebbe meglio affidarsi a delle mani esperte ma volendo osare, ci sono in commercio delle colorazioni per i fai da te, le Color Bug, mini stampini di tinta temporanea ideati da Kevin Murphy o in alternativa semplici extension colorate.

 

Splashlight

splashlight-trend-decolorazione-capelli-primavera-2014Ed eccoci finalmente all’ultimo arrivato, il nuovo trend della primavera estate 2014, lo Splashlight, tecnica anch’essa importata dagli USA che inizia a diffondersi adesso in Italia.
L’idea è nata dalla hair stylist Aura Friedman che ha dichiarato di voler “creare l’effetto di un raggio laser che colpisce i capelli con una certa angolazione” ed in effetti ci è riuscita!
Si tratta di una ulteriore tecnica di decolorazione volta a produrre una fascia luminosa sui nostri capelli, come se questi fossero colpiti da un raggio di sole, la definirei, particolare e sofisticata.
La tecnica utilizzata è sempre la decolorazione, che viene fatta però questa volta in senso orizzontale, strato su strato, creando una banda di colore più chiaro rispetto a quello di base.
Anche in questo caso, come per le decolorazioni precedenti, è indicato per tutte le donne, giovani e più avanti con l’età ed ovviamente con capelli medio lunghi.
Inutile dire che il fai da te non è assolutamente consigliabile, vista la difficoltà di creare, strato su strato una striscia perfetta.

 

Colori moda

Calde sfumature di biondo, ambrato, castani chiari e ramati, le nuance per chi ama rimanere più sul tradizionale ma allo stesso tempo non vuole rinunciare ad una ventata di rinnovamento per la primavera che è dietro l’angolo.

La macchina della moda ha tirato fuori un nuovo trend per il 2014…
non ci rimane che provare!


A. S.

Comments

comments