La community di scambi per sole borse e scarpe si chiama shbang

E’ nata una nuova community di scambi, ma questa volta si barattano solo borse e scarpe, si chiama shbang. L’ho visitato per voi e devo dire che c’è una discreta scelta di offerte in questa sorta di catalogo dell’usato on-line… per accedere e partecipare allo swapping sono necessarie due semplici cose:

Registrarsi ed avere merce in buono stato.

shbang-community-swapping-scarpe-e-borse

La registrazione avviene gratuitamente ed è la conditio sine qua non per accedere, a questo, come a tutti gli altri siti di vendita on-line .
E’ necessaria per raccogliere i dati degli utenti e potenziali barattatori, indispensabile oltre che per una eventuale spedizione della merce anche per garantire la massima sicurezza e trasparenza.

Lo stato di conservazione degli oggetti è il secondo requisito, la merce che si deciderà di esporre nelle vetrine dovrà essere in buono stato, igienizzata e non troppo usurata.

 

swapping

Oramai questa del baratto è divenuta una moda, nata nei salotti di Manhattan, dove attrici, modelle e fashion victims si ritrovavano appositamente per scambiare tra di loro abiti, borse, scarpe e gioielli, il classico do ut des per usare una locuzione latina! Lo swapping è diventato il nuovo modo di fare shopping, un modo sicuramente più economico, intelligente, ed in qualche modo eco-sostenibile, in quanto le cose vengono riciclate, non buttate.
Un nuovo
trend quindi che ha dato a molte di noi la possibilità di realizzare un sogno, la possibilità di trovare delle interessanti occasioni, praticamente a costo zero, semplicemente scambiandole con qualcosa di nostro che non volevamo più.
Un vero e proprio fenomeno che è dilagato in tutto il mondo, dai primi
negozi swap, ai primi swap siti, agli swap party dove si scambiano non solo capi di abbigliamento, accessori, gioielli, ma anche opere d’arte e persino immobili

 

 

Come dicevamo poc’anzi, Shbang si distingue da gli altri siti di swapping per aver scelto di ospitare solo due categorie di accessori: scarpe e borse, non ha limiti di quantità da proporre in baratto ed il suo funzionamento è pratico e veloce.

Una volta che ci si è registrati infatti, si potrà accedere alle vetrine dei vari swapper presenti e vedere se si trova qualcosa di nostro interesse… qualora si dovesse trovare l’oggetto del desiderio si potrà inoltrare allo swapper in questione una richiesta di scambio… a questo punto, se anche lei/lui dovesse a sua volta trovare qualcosa di interessante tra le nostre proposte, il gioco sarà fatto e lo scambio verrà effettuato! Diversamente, se lo swapper interpellato non dovesse essere interessato agli oggetti presenti nella nostra vetrina, lo scambio non andrà a buon fine.
Gli unici costi da sostenere sono le spese di spedizione della merce barattata.

 

shbang-community-scambio-borse-e-scarpe

Esiste all’interno di shbang anche una sorta di moneta di scambio, si chiama $wap, ogni $wap ha valore pari ad 1 euro e sui può ottenere in diversi modi:


 

      1) Inserisci il primo articolo > guadagni 5 $wap
      2) Invita 15 amiche tramite fb o posta elettronica > guadagni 2 $wap
      3) Per ogni tua amica che si iscrive e che inserisce il suo primo articolo > guadagni 5 $wap
      4) Concludi uno scambio! Per ogni scambio che concludi > guadagni 2 $wap
      5) Più $wap ricarichi con carta di credito e paypall più è vantaggioso!
          Se ricarichi di 30 euro ottieni 32 $wap
          Se ricarichi di 45 euro ottieni 49 $wap
                                                                                         

                                                                                       

Interessante vero?
Chi di noi non ha quella borsa “un po’ così”, che da anni staziona lì, nell’armadio stagione dopo stagione e che non riusciamo mai ad abbinare come vorremmo, acquistata in un momento di euforia non resistendo al fascino di quel meraviglioso “verde pisello”?
Chi di noi non ha un paio di “quelle scarpe” di cui si è innamorata su internet, avvistate e subito acquistate ma che una volta arrivate a casa, indossandole, ci siamo accorte che non andavano poi così bene?
Quante volte, pur potendo usufruire del diritto di recesso, senza spese, non abbiamo voluto rispedire al mittente il nostro tanto amato oggetto?
Vogliamo parlare di quante scuse siamo capaci di raccontarci noi donne per auto-convincerci che non possiamo assolutamente rinunciarvi?
Prendiamo come esempio il caso delle scarpe… cosa ci diciamo provandole e riprovandole davanti allo specchio? :
“ magari mettendole si ammorbidiscono un po’” oppure “ se inserisco all’interno una piccolissima soletta riesco a guadagnare quel mezzo millimetro che non me le farà calzare a pennello”, “rimandarle indietro sarebbe un vero e proprio peccato!” e così via dicendo, fino a che un bel giorno ci ritroviamo con più paia di scarpe nuove o messe una volta sola di quante un mille piedi potrebbe mai portarne in tutta la sua vita!
Risultato? Paia di scarpe, cinture, borse, magari che ci sono state regalate e non sono esattamente di nostro gusto, che stazionano negli armadi ed occupare spazio rischiando di diventare persino demodé!!!
E’ a questo punto che entra in gioco lo swapping, offrendoci la possibilità di rimettere in commercio il tutto, semplicemente attraverso il baratto.

Io personalmente non faccio parte delle amanti dello scambio, ho armadi pieni ma cosa dico pieni, traboccanti di ogni sorta di roba!

Amo vestiti, scarpe, borse, collane, bracciali più di ogni altra cosa (a parte i diamanti) e non li scambierei mai e poi mai con nessun altro!
cabina-armadio-Carrie-Bradshaw

A fatica e solo in casi particolari, come emergenze last minute e dietro mille raccomandazioni, sono riuscita a prestare borse bracciali e collane ma cinte e scarpe assolutamente no, non lo farò mai e poi mai!!!
e poi io sono una sentimentale… mi dite come si fa a dar via una borsa di Prada, Gucci, Fendi o Vuitton?

Come si fa a swappare una Jimmy Choo, o un sandalo gioiello Loriblu o modello de Le Silla, o perché no, un semplice anfibio che con te ha percorso kilometri?
I miei accessori sono parte di me, sono parte del mio trascorso, scambiarli significherebbe perdere qualcosa… io sono per aggiungere e non togliere o compensare.

e voi, come la pensate, siete delle potenziali Swapper oppure no?

A. S.

Comments

comments