La Zoccola Etica

Menage_a_3_la_zoccola_etica_Uscirà il 6 febbraio la traduzione in italiano di “The Etical Sult”, best seller dal 2007, che avrà come titolo “ La Zoccola Etica ”.
Si tratta dei racconti di circa 800 membri attivi, poliamorosi, e a dirla così, con un velato doppio senso, già ci da l’idea dei contenuti che andremo a trovare.
I poliamorosi “persone aperte alla possibilità di intrattenere più relazioni intime contemporaneamente, con la consapevolezza ed il consenso di tutte le persone coinvolte”, così li definisce la poliamorista nonché traduttrice del libro Giorgia Morselli.
Per quanto io mi reputi una donna di larghe vedute, proiettandomi in un ipotetico menage a 3 a 4 o a 5  riesco solo a vedermi in una vita ancora più incasinata di quanto non lo sia già oggi con un solo uomo!
Prendiamo ad esempio una poliamorosa donna…le cose sono due, o non ha famiglia con nessuno degli uomini con cui si frequenta, quindi non ha figli e gli impegni che da essi ne conseguono, oppure ha poteri sovrannaturali!
Immaginiamoci la giornata tipo di una donna poliamorosa con famiglia, come minimo dovrebbe rifare i letti in 3 o 4 o 5 case differenti, fare la spesa e cucinare per altrettante famiglie e cosa peggiore fare lavatrici e stirare panni per 2 – 3 –  4 – 5sue famiglie?!?Ve lo  immaginate il cambio di stagione nell’armadio di ciascuna famiglia!!! Ma chi è wonder woman?

poliamoristi o poliamorosi

Se invece i poliamorosi sono single (si fa per dire), o eterni fidanzati e niente più,  allora la cosa potrebbe prendere un’altra forma… in fin dei conti la donna poliamorosa dovrebbe solo frequentarsi dalle 8.30 alle 14.30 con Paolo, dalle 15.00 alle 21.00 con Giulio e dalle 22.00 alle 8.30 del giorno successivo con Francesco… e così di seguito… tutto molto naturale dire!!! Inoltre saranno 5 donne con 5 uomini o una donna per ogni 3 uomini o come?
Un harem del XXI secolo al femminile o una colf h 24?
Sono desiderosa di leggere il libro che uscirà a giorni così da poter condividere con voi curiosità e perplessità e magari sentire anche il vostro parere ;-).

A. S.

5 thoughts on “La Zoccola Etica

  1. Come fa una donna poliamorosa a gestire la casa, i figli, gli uomini?
    1) gli uomini poliamorosi sono spesso di larghe vedute: spesso si fanno i letti da soli, cucinano da soli, fanno la spesa da soli. Anzi, spesso fanno la spesa e cucinano anche per le loro donne.
    2) gli uomini e le donne poliamorose non sono obbligati a sposare tutti i loro innamorati: possono decidere di fare famiglia con uno e fare gli eterni fidanzati con un altro, oppure fare famiglia con due, oppure con nessuno e vivere da soli… tutte le combinazioni sono possibili!
    3) dividersi le incombenze della casa e la cura dei figli in 3 o 4 è spesso più facile che dividersi le stesse cose in 2.
    Alla fine, la vita del poliamoroso (e della poliamorosa) è spesso più facile della vita del monogamo tradizionale!

  2. “The ethical slut” (La zoccola etica, ed. Odoya), non parla affatto di questo. Forse varrebbe la pena di leggerlo, prima di recensirlo. E tra l’altro potrebbe essere d’aiuto per smantellare qualche schema sessista modello “donna schiava zitta e lava”, che non mi sembra né fashion né sexy, ma sarò senz’altro strana io…

  3. :O e il pensiero invece che donna ( e uomo..si perchè una volta letto il libro, o anche solo qualche bell’articolo di chi il libro lo ha letto, si renderebbe conto che si parla di zoccola sia per definire gli uomini e le donne) che deve lavare cucinare stirare ecc in 2-3 4 case dei vari compagni non si può pensare a donne e uomini che vivono insieme e condividono gli spazi e si danno una mano a vicenda? vedendola in questa prospettiva invece è una liberazione. Immagini giornata tipo di 3 o più persone che vivono insieme….si rientra dal lavoro e in un ora si fa tutto perchè uno lava, l’altro stende i panni e/o stira e l’altro cucina per tutti. in poco tempo tutto e pronto e si può stare tutti insieme su un mega letto e/o divano a farsi le coccole e rilassarsi… non male no?

  4. Fortunatamente nella Zoccola si va ben oltre certi triti stereotipi di genere (e non potrebbe essere altrimenti). 🙂
    Come fa una donna a fare tutte quelle faccende domestiche? Facile: si fa aiutare dai partner e dai partner dei partner. Parliamo di sistemi a rete, non di sistemi in cui si fa a gara a chi soddisfa più bisogni. Per quello c’è la monogamia tradizionale.

Rispondi